Il mercato che vuole cambiare: la strada della comunicazione

Ecco come il mercato Don Grioli agisce al fine di sconfiggere la crisi.
Per vincere la sfida 12 ambulanti hanno deciso di unirsi e far fronte comune raccogliendo idee e risorse. Obiettivo: rendere visibile il mercato con i mezzi di comunicazione.
Ed è così che nasce l’idea della cartellonistica pubblicitaria stradale costituita da 4 cartelloni giganti in piazza SantaRita, piazza Pitagora, corso Orbassano e piazza Caio Plinio.
Una scelta costosa, per la quale i banchi che hanno aderito all’iniziativa si sono auto-tassati di 300 euro, ma che intende essere un volano per rilanciare il mercato.
Un modo per fare concorrenza ad un commercio certamente più sviluppato, come la grande distribuzione, dimostrando che chi è unito può ottenere grandi risultati.
Oltre ai cartelloni, il mercato è inoltre passato al digitale scegliendo Facebook come piattaforma.
Da qui si scoprono tutte le iniziative del mercato come le promozioni, i prodotti in vendita, gli orari e molto altro.
Le idee in cantiere sono tante, una più interessante dell’altra; ad esempio il restyling delle colonne dell’area che ospita i mercati con la collaborazione del vicino Liceo Artistico Renato Cottini.
<< L’auspicio è quello che la campagna venga apprezzata- spiega Saverio Vono, uno degli ambulanti sul mercato – e che l’iniziativa abbia un buon riscontro. Speriamo che sia attrattiva anche per i sorteggianti, in modo da incentivarli a scegliere il nostro mercato>>.

 

 

I commenti sono chiusi